Bando, Arte sui cammini del Lazio

Bando, Arte sui cammini del Lazio. Dalla Regione 1 milione e 725mila euro per la valorizzazione dei cammini. Presentazione sabato 16 settembre alle ore 10.30 al Museo MACRO di Roma
Bando, Arte sui cammini del Lazio

Per prima in Italia in linea con le indicazioni del Consiglio d’Europa, la Regione Lazio stanzia € 1.725.000 per sostenere la progettazione, realizzazione e installazione di opere d’arte contemporanea lungo i Cammini del suo territorio. L’avviso Arte sui cammini è indirizzato al mondo degli artisti e degli operatori del settore, chiamati a misurarsi con i valori storici e spirituali dei diversi itinerari per realizzare una serie di produzioni artistiche che interagiscano armoniosamente con il paesaggio circostante, naturale e urbano.

I percorsi interessati sono: la Via Francigena nel nord, dal confine con la Toscana a Roma; la Via Francigena nel sud, da Roma a Minturno e a Cassino, ai confini con la Campania e il Molise; il Cammino di Francesco, dall’Umbria a Roma attraverso la Valle Santa reatina e il Cammino di Benedetto, che attraversa il Lazio interno dal territorio di Leonessa a Montecassino.

L’avviso Arte sui Cammini sarà presentato sabato 16 settembre alle ore 10.30 al Museo MACRO di via Nizza 138 (Roma), all’interno della mostra Cross the Streets. Interverranno: Lidia Ravera, assessore alla Cultura e Politiche giovanili della Regione Lazio; Miriam Cipriani, direttore regionale Cultura e Politiche giovanili; Simone Quilici, area Valorizzazione del Patrimonio culturale della Regione Lazio; Gianluca Marziani, critico e curatore.

L’obiettivo dell’avviso è esaltare l’identità dei percorsi attraverso un arricchimento dell’esperienza del camminare per i tradizionali fruitori e richiamando un pubblico sempre più numeroso e attento ai fenomeni contemporanei. Altra finalità dell’avviso è sostenere il settore dell’arte contemporanea, con un occhio di riguardo agli artisti emergenti. Strumento principe sarà la land art, che utilizza lo spazio, il paesaggio e gli elementi naturali come materiali specifici dell’opera, attraverso interventi su grande scala.

«Disseminare di opere d’arte contemporanea i sentieri sacri della tradizione è una scelta importante, perché insiste su un turismo diverso, ecologico, quello dei pellegrini e di chi viaggia a piedi, lento e consapevole, che esercita lo sguardo e rispetta la natura. – spiega Lidia Ravera, assessore alla Cultura della Regione Lazio – E’ una forma di spiritualità laica, fatta di attenzione e di silenzio, di fatica e di contemplazione, grazie a questo fondo si stabiliranno delle tappe in corrispondenza delle opere esposte. Si tratta, anche, di far conoscere e apprezzare linguaggi nuovi, non ancora legittimati dal tempo e dalla critica. Sarà un modo di sentire più nostri i cammini, di arricchirli, sarà un modo di sentire più vicina e quotidiana l’arte contemporanea.»

Possono presentare domanda di accesso al bando enti privati (società, imprese, associazioni, fondazioni, gallerie d’arte, etc.) che operino nel settore dell’arte contemporanea, in sinergia con altri soggetti partner, pubblici e privati, auspicabilmente con un alto coinvolgimento degli enti locali fin dalle prime fasi di progettazione. Le proposte dovranno avere ad oggetto una serie di produzioni artistiche costituite da almeno tre opere idonee ad integrarsi con i valori paesaggistici, storico-culturali del territorio, ed a garantirne una valorizzazione effettiva e durevole. Sono previsti contributi fino a 150 mila euro; le domande devono pervenire entro il 23 ottobre.

Leggi l’Avviso Pubblico

Vai alle ultime notizie di News
Vai a tutte le notizie di LazioInnova