Meet in Italy 2016, un successo

“La Regione Lazio ha deciso di ospitare Meet in Italy a Roma perché pone sotto i riflettori un tema centrale […]
Meet in Italy 2016, un successo

La Regione Lazio ha deciso di ospitare Meet in Italy a Roma perché pone sotto i riflettori un tema centrale della vita: quello della salute, declinandolo sia come elemento chiave delle tutele presenti nella nostra società, sia come fattore in grado di generare crescita, sviluppo, lavoro e occupazione, così come è stato esplicitato nel ‘Manifesto’ redatto proprio in vista di questo evento.”

Lo ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani, intervenendo al Convegno “Scienze della Vita e Well-being. Verso l’economia della Salute”, tenutosi al Salone delle Fontane, all’Eur, evento conclusivo della quattro giorni di “Meet in Italy for Life Sciences 2016”, la business convention internazionale, dedicata alla filiera delle Scienze della Vita e che ha visto la partecipazione di oltre 400 delegati provenienti da numerosi Paesi (Austria, Bielorussia, Belgio, Cina, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Israele, Lettonia, Malta, Moldavia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti d’America) in rappresentanza del mondo dell’Industria, dell’Università e della Ricerca e delle Startup.

 

Ovviamente in tale contesto conta anche il fatto che nel Lazio, per quanto riguarda il settore delle scienze della vita vi è una presenza di sapere e di saper fare a livelli di eccellenza – ha continuato Fabianiun settore che ha dimostrato di possedere una piena coscienza del proprio ruolo di traino dell’economia e della competitività dell’intero territorio e al quale la Regione dedica molta attenzione. È infatti uno dei perni attorno a cui ruotano le nostre politiche di internazionalizzazione e di sostegno all’innovazione e alle startup e di reindustrializzazione. Un esempio per tutti: il bando “Life 2020”, uno degli otto avvisi pubblicati a seguito della Call for Proposal dei mesi scorsi, che ha una dotazione di 18,5 milioni di euro e che è dedicato alle tematiche connesse agli ambiti farmaceutico, biomedicale, e-health, benessere/wellbeing e agroalimentare.”

I temi che sono alla base di Meet in Italy sono centrali per quel che riguarda le politiche di sviluppo della Regione Lazio e siamo molto soddisfatti di aver potuto ospitare questa terza edizione”, ha concluso Fabiani.

 

Meet in Italy for Life Sciences 2016 è un’iniziativa di networking e business matching internazionale, giunta quest’anno alla terza edizione, dedicata alla filiera delle Scienze della Vita (biotecnologie, medical device, farmaceutica e nutraceutica, Ict per la salute e servizi e attività correlate) e organizzata quest’anno dalla Regione Lazio, attraverso Lazio Innova – nell’ambito delle attività previste dal programma regionale per l’Internazionalizzazione – in collaborazione con Unindustria, C.H.I.CO (Cluster of Health Innovation and Community), Enterprise Europe Network (EEN), Bic Lazo, Ice-Agenzia, Alisei (Cluster nazionale Scienze della Vita), Assobiomedica, Assobiotec, Aster, BioPmed-Bioindustry Park, Campania Bioscience, Centro di Biomedicina Molecolare-FriuliVeneziaGiulia, Confindustria Toscana, Cluster Lombardo Scienze della Vita, Distretto Toscano Scienze della Vita, Farmindustria, Fondazione ItaliaCamp e Startup Europe.

 

Questa terza edizione di Meet in Italy for Life Sciences è stata un grande successo – ha evidenziato il presidente di Lazio Innova, Stefano Fantacone – abbiamo coinvolto 250 tra startup e imprese, 161 Enti italiani e 30 delegazioni straniere che hanno dato vita a 2.004 incontri B2B, al termine dei quali sono stati firmati 37 accordi con partner EEN del Lazio, 111 accordi commerciali, tecnologici e di ricerca con partner stranieri e 87 accordi di partenariato con aziende ed Enti italiani. I Paesi che hanno già firmato accordi con il Lazio sono 13: Romania, Polonia, Malta, USA, Israele, Slovenia, Moldova, Croazia, Francia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia.”

Meet in Italy for Life Sciences 2016

 

 

Vai alle ultime notizie di News
Vai a tutte le notizie di LazioInnova