Lazio Innova è Organismo Intermedio che agisce sotto la responsabilità dell’Autorità di Gestione (Regione Lazio) nei confronti dei beneficiari finali (i soggetti che eseguono le operazioni) dei Programmi Operativi cofinanziati dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

POR FESR Lazio 2007-2013

Nell’ambito dell’obiettivo comunitario “Competitività regionale e occupazione“, il Programma Operativo Regionale (POR) Lazio punta a “promuovere uno sviluppo ecologicamente compatibile, equo, inclusivo, rispettoso dei diritti della persona e delle pari opportunità, finalizzato a rafforzare la competitività del sistema Lazio” (obiettivo globale).

Grazie al POR FESR, la Regione Lazio dispone di ingenti risorse comunitarie, nazionali e regionali, che utilizza per favorire la crescita sostenibile del territorio attraverso enti locali, imprese, università e centri di ricerca, a beneficio di tutti i cittadini.

Il totale delle risorse del POR FESR Lazio ammonta a 736,9 milioni di euro per il periodo 2007-2013, così ripartiti tra le cinque priorità strategiche (Assi):

    · Asse I – Ricerca innovazione e rafforzamento della base produttiva: 325,6 milioni di euro
    · Asse II – Ambiente e prevenzione dei rischi: 219,9 milioni di euro
    · Asse III – Accessibilità: 83,9 milioni di euro
    · Asse IV – Assistenza tecnica: 27,5 milioni di euro
    · Asse V – Sviluppo urbano e locale: 80 milioni di euro

Si tratta di un Programma a titolarità regionale. L’Autorità di Gestione (AdG) è responsabile della sua attuazione, conformemente al principio di buona e sana gestione amministrativa e finanziaria. L’AdG del POR FESR Lazio è il Direttore pro-tempore della Direzione Sviluppo Economico e Attività Produttive, che nell’espletamento delle proprie funzioni si avvale delle Direzioni regionali competenti per materia, delle società strumentali Lazio Innova e Lait e di altri Organismi intermedi. 

www.porfesr.lazio.it

POR FESR Lazio 2014-2020

Il POR FESR Lazio 2014-20 costituisce uno degli strumenti di maggior rilievo della politica di sviluppo regionale e, nel periodo di riferimento, assume un ruolo centrale nella realizzazione della strategia Europa 2020, che mira a una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva e al conseguimento della coesione economica, sociale e territoriale.

Il Programma Operativo 2014-2020, adottato dalla Commissione europea con Decisione C (2015) 924 del 12/2/2015, dispone di circa 913 milioni di euro, ripartiti tra le priorità d’investimento (Assi) che lo compongono:

    · Asse I – Ricerca e innovazione: 180 milioni di euro
    · Asse II – Lazio digitale: 154,2 milioni di euro
    · Asse III – Competitività: 276,4 milioni di euro
    · Asse IV – Energia sostenibile e mobilità: 198 milioni di euro
    · Asse V – Rischio idrogeologico: 68 milioni di euro
    · Assistenza tecnica: 36,4 milioni di euro

La programmazione regionale per il periodo 2014-2020 integra i Fondi Strutturali e d’Investimento europei (FSE, FESR, FEASR), il Fondo nazionale per lo Sviluppo e la coesione e le risorse di bilancio regionale in un unico disegno strategico, imperniato su 45 “azioni cardine”: iniziative che interessano settori chiave come l’innovazione, il diritto allo studio, la formazione e l’occupazione, l’ambiente e lo sviluppo sostenibile, le infrastrutture e la competitività, l’inclusione sociale.

Per maggiori informazioni: www.lazioeuropa.it