Dalla Conferenza sul futuro dell’Europa al PNRR

Si è parlato delle sfide della Next Generation EU nell'incontro organizzato dall’ANGI, in collaborazione con il Parlamento Europeo in Italia, la Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, la Regione Lazio e Lazio Innova
Dalla Conferenza sul futuro dell’Europa al PNRR

Innovazione, giovani e talento per lo sviluppo del territorio. Questi i temi centrali della manifestazione organizzata dall’ANGI – Associazione Nazionale Giovani Innovatori, in collaborazione con il Parlamento Europeo in Italia, la Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, la Regione Lazio e Lazio Innova, ospitata all’interno di Spazio Europa.

L’iniziativa ha visto la testimonianza di alcune delle maggiori autorità istituzionali italiane ed europee, tra cui quella del Presidente del Parlamento Europeo David Maria Sassoli.

Per illustrare il lavoro nel territorio e l’importanza di investire per lo sviluppo, sono intervenuti il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti: “Con il Next Generation Eu ci troviamo di fronte a un’occasione che non possiamo fallire. I mesi di emergenza sanitaria sono stati quelli del tempo rubato. Alle donne, agli uomini, ai nostri anziani, ai bambini e alle bambine, alle ragazze e ai ragazzi. Ora abbiamo la possibilità di girare pagina e riconquistare il nostro tempo, anche sfruttando le risorse intitolate alla Next generation. Ecco, quindi, la grande missione: costruire un Paese dove ci siano più diritti e più opportunità, soprattutto per i giovani e per le donne. La chiave del successo sarà quindi distribuire al meglio gli investimenti in quei settori che potranno ridare slancio alla nostra economia e al lavoro, non con l’obiettivo di rimettere indietro le lancette, per tornare a come eravamo prima del Covid, ma costruire invece un modello di sviluppo più forte, più sostenibile e più giusto. Le risorse straordinarie che abbiamo a disposizione dovranno essere utilizzate per mettere i giovani al centro del cambiamento su alcuni grandi temi chiave, che anche la crisi Covid ci ha mostrato: sostenibilità, connessioni, rafforzamento delle grandi infrastrutture pubbliche, a partire dalla sanità. I giovani dovranno giocare un ruolo fondamentale in questa sfida e noi abbiamo il dovere di metterli nelle condizioni di avere tutti gli strumenti per fare bene. Per far questo occorre coraggio e soprattutto chiarezza per evitare di sprecare anche solo un centesimo di questo il Recovery Plan”.

E il Vicepresidente della Regione Lazio Daniele Leodori: “Innovazione, giovani e talento per lo sviluppo del territorio: tutti i temi trattati oggi in questa sede sono stati al centro delle nostre politiche di governo degli ultimi anni. E che ora più che mai, grazie ai fondi straordinari della Next Generation EU, avremo l’opportunità di coltivare ancora attraverso investimenti mirati, veloci ed adeguati alla crisi post pandemica che stiamo affrontando. Sappiamo benissimo che NGEU rappresenta, per la nostra economia, un’opportunità incredibile di crescita e di sviluppo, che nel piano presentato abbiamo sempre avuto ben chiara mettendo al centro proprio i giovani che, non solo per età ma per l’impegno e la voglia che quotidianamente manifestano in ogni contesto, sono il nostro futuro migliore. Gli investimenti in arrivo dall’Europa ci permetteranno anche di accelerare processi e riforme essenziali, su temi come innovazione, tecnologia e digitalizzazione, in linea con la nuova programmazione 2021-2027, ed offrire allo stesso tempo ai nostri ragazzi, ma anche alle donne e alle categorie più svantaggiate, opportunità di formazione e nuova occupazione. La strada è quella giusta, adesso possiamo e dobbiamo correre, non solo perché ce lo chiede l’Europa, ma perché gli obiettivi sono tutti alla nostra portata”.

Sul tema dell’innovazione tecnologica e della transizione digitale sono intervenuti la sottosegretaria Assuntela Messina e la Presidente del Fondo Nazionale Innovazione – CDP Venture Capital, Francesca Bria. “Il Next Generation EU è la testimonianza viva di un’Europa che vuole darsi una prospettiva di rilancio e garantire le condizioni di un futuro solido alle prossime generazioni di europei. Il nostro Paese, più di altri, ha un grande debito con i giovani e il modo migliore che abbiamo per ripagarlo sarà assicurare un impiego consapevole e lungimirante delle risorse del Recovery. Anche nel grande processo di transizione digitale che investirà il Paese, sviluppo e coesione sociale dovranno camminare di pari passo, perché la crescita senza la riduzione dei divari non produce benessere autentico per una comunità” – così la sottosegretaria Messina. A sottolineare tale visione la Presidente Bria che osserva come” L’Italia è chiamata a dare un segnale forte con l’attuazione del PNRR e con gli obiettivi che l’Europa ha delineato per un rilancio economico e sociale del continente. Per dare una nuova spinta propulsiva è necessario, pertanto, investire nei giovani e nell’innovazione. In questo contesto di particolare rilievo il lavoro svolto da CDP Venture Capital ha l’obiettivo di rendere il venture capital un asse portante dello sviluppo economico e dell’innovazione del Paese, creando i presupposti per una crescita complessiva e sostenibile dell’ecosistema innovazione italiano. Risultati importanti sono stati raggiunti con oltre 400 milioni di capitale deliberato e 8 fondi operativi. Con questo impegno e dedizione si potranno raggiungere grandi traguardi”.

Sulla conferenza del futuro dell’Europa e sull’attuazione del PNRR di particolare rilevanza la testimonianza della Vicepresidente e Professore di Diritto penale Luiss Guido Carli, Paola Severino la quale ha dichiarato:” Lo scenario pandemico ha mostrato quanto sia importante che l’Europa affronti con decisione alcuni temi prioritari e avvii una fase di rinnovamento. E’ fondamentale dare maggior spazio alla voce dei cittadini europei e, soprattutto, ripartire dai giovani. In questo senso, la capacità di spendere le risorse del PNRR in modo efficace e sicuro, in particolare nel settore della higher education, rappresenta una sfida cruciale per il futuro dell’UE e un’occasione che non deve essere sprecata”.

A fare da raccordo e coordinare dei lavori, il Presidente dell’ANGI, Gabriele Ferrieri che ha così commentato:” Investire nell’innovazione e nelle future generazioni rappresenta una priorità per l’Italia e per l’Europa. Come ANGI siamo in prima fila per dare il nostro contributo e linee guida sulle sfide della Next Generation Eu, sull’attuazione del PNRR e sul futuro dell’Europa. Siamo onorati oggi del successo di questo appuntamento che ha visto intervenire il gotha delle istituzioni per una visione congiunta e per un progetto che veda tutti protagonisti per un nuovo sviluppo all’insegna dell’innovazione e della sostenibilità”.

Sono intervenuti per una discussione tecnica e di approfondimenti anche i tecnici dell’Europa e della Presidenza del Consiglio, con l’intervento del Capo della rappresentanza della Commissione Europea in Italia Antonio Parenti, il capo delle relazioni istituzionali dell’Ufficio del Parlamento Europeo in Italia Fabrizio Spada e il Direttore Generale del Dipartimento delle Politiche Europee alla Presidenza del Consiglio, Francesco Tufarelli. Supporto nella moderazione il dott. Andrea Gallo direttore di fasi.biz

A illustrare progetti di eccellenza e testimonianze di giovani imprese innovative operanti sul territorio, l’amichevole partecipazione di iCarry Srl (smart mobility) con il Cofounder Daniel Giovannetti, di To Be Srl (smart energy) con il Ceo Francesco Paolo Russo e la Cmo Annalisa Milani, di Treevoice (smart city) con il Cofounder Nicola Di Donato, di Ufirst (smart city) con il Cofounder Manolo Abrignani e di Monugram (smart tourism) con il Ceo Valerio Rossi e la media relations manager Claudia Proietti.

Vai alle ultime notizie di News
Vai a tutte le notizie di LazioInnova