Il digitale del Lazio al KL CONVERGE 2016 in Malesia

Una delegazione di imprese, enti di ricerca e associazioni d’impresa del Lazio ha partecipato a Kuala Lumpur in Malesia al […]
Il digitale del Lazio al KL CONVERGE 2016 in Malesia

Una delegazione di imprese, enti di ricerca e associazioni d’impresa del Lazio ha partecipato a Kuala Lumpur in Malesia al KL CONVERGE 2016, l’evento riservato alle industrie creative digitali.

Successo per la missione di outgoing che si è svolta a Kuala Lumpur dal 20 al 24 settembre. Lazio Innova e FINAS, National Film Development Corporation della Malesia, hanno organizzato congiuntamente l’iniziativa di internazionalizzazione per mettere in mostra alcune delle soluzioni di settore più avanzate, sviluppate nel territorio regionale e per realizzare progetti in Malesia di valorizzazione dei beni culturali, attraverso le tecnologie digitali, e delle co-produzioni audiovisive.

Dopo una prima giornata di visite presso studi di animazione 3D, post produzione e università legate al mondo della creatività, i delegati laziali hanno tenuto delle master class sui temi della valorizzazione del patrimonio culturale attraverso il settore audiovisivo e le applicazioni multimediali. Hanno riscosso grande interesse nel pubblico i workshop sulla produzione Indy e sull’utilizzo “avantguarde” del suono, così come la sessione molto originale sulle soluzioni innovative sull’interattività multimediale e mixed media (BCAA) e per il medio metraggio presentata da un producer laziale. Il Lazio è stato ospitato nell’area espositiva della manifestazione con uno spazio dedicato, all’interno dello stand dell’agenzia malese ospite, FINAS, agenzia governativa per audiovisivo e multimedia.

Uno dei maggiori motivi di attrazione nella struttura espositiva regionale è l’installazione multimediale, realizzata per conto di FINAS dall’Istituto di Tecnologie Applicate ai Beni Culturali di Montelibretti (RM) del CNR, centrata sulla ricostruzione e fruizione virtuale dell’antica Roma. L’installazione ha suscitato la curiosità dei visitatori, ricevendo anche il plauso del Ministro delle comunicazioni e multimedia malese che ha visitato lo spazio espositivo. Al Ministro è stato inoltre illustrato il panorama delle competenze presenti nel Lazio nel campo delle industrie creative e dell’ICT, anticipando i temi che nei prossimi giorni saranno oggetto d’incontri mirati con istituzioni e imprese malesi.

La missione si è conclusa con incontri b2b tra i 13 rappresentanti laziali e le circa 40 imprese e associazioni malesi, mirati ad avviare collaborazioni o business agreement. Gli incontri si sono concentrati soprattutto sulle co-produzioni con la Malesia, licensing, distribuzione di prodotti audiovisivi, utilizzo di tecnologie interattive e mixed media per soluzioni customizzate sul cliente.

I primi feedback positivi dalle aziende laziali e malesi indicano una buona possibilità di creare un follow up che arricchisca ulteriormente la partecipazione di operatori delle industrie creative laziali.

La collaborazione tra il Lazio e la Malesia nel settore Audiovisivi e Industrie Creative è cominciata più di dieci anni fa, sotto gli auspici e i co-finanziamenti europei, grazie al progetto e all’evento SILK AVENUE, tenutosi a Roma nel 2005. Nel 2011, su iniziativa del governo italiano, durante la prima sessione del Comitato Economico Congiunto Italia-Malesia, al Lazio venne assegnato il ruolo di rappresentare l’Italia intera per il settore di riferimento.

A KLC la delegazione partita da Roma ha onorato con successo questo vecchio mandato, rappresentando le eccellenze non solo a livello regionale ma anche nazionale: la demo di realtà virtuale applicata ai beni culturali è opera del CNR, mentre CNA e l’AGPCI hanno partecipato in rappresentanza delle organizzazioni nazionali.

Kamil Othman, DG di FINAS, ha espresso la sua grande soddisfazione per la partecipazione a KLC, per la Demo VR e per le Masterclass e i Workshop tenuti dai delegati italiani.

I malesi identificano l’industria creativa italiana con il Lazio, e oggi la nostra regione viene addirittura considerata il partner europeo più importante nel settore, l’unico ad avere una partecipazione strutturata a KLC. Considerando inoltre che la Malesia è nel Commonwealth e che da sempre per i malesi l’Europa viene identificata con la Gran Bretagna, si tratta dunque di un risultato straordinario, specialmente in uno scenario post Brexit.

 image4

img_4047

image5

image3

image2

image1

image7

img_4049

img_4046

img_4045

img_4044

img_4040

img_4039

img_4038

img_4036

img_4033

img_4032

img_4031

Vai alle ultime notizie di News
Vai a tutte le notizie di LazioInnova