Grande successo per Food Innovation Hub

La call della Regione Lazio è destinata alle piccole e medie imprese del settore agroalimentare del Lazio. Porterà modelli innovativi sul mercato, sviluppando nuovi prodotti e soluzioni di food innovation
Grande successo per Food Innovation Hub

Grande successo per Food Innovation Hub, call della Regione Lazio destinata alle imprese laziali del settore agroalimentare. Un successo conseguito grazie anche al capillare tour di presentazione che si è svolto sui territori delle cinque provincie presso gli Spazi Attivi regionali, hub dell’innovazione sostenuti attraverso il POR Fesr Lazio.

Obiettivo della call è stimolare e supportare i processi d’innovazione e di diversificazione di mercato delle piccole e medie imprese del settore agroalimentare. L’accesso al bando si è da poco concluso con 62 proposte ricevute e più di 900 aziende coinvolte in aggregazione, per complessivi 76 progetti suddivisi in diversi settori: conserve alimentari (41%), snack (26%), bevande non alcoliche e birra artigianale (17%), prodotti caseari (16%).

“Siamo molto colpiti dalla risposta che ha ottenuto questa call – ha spiegato l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Paolo Ornelisignifica che siamo sulla strada giusta per far sì che le imprese laziali del settore agroalimentare riescano a innovare e reinventarsi, mettendo a punto prodotti nuovi. E non vogliamo fermarci qui, lavoreremo anche per sostenerle nella fase che porta anche alla produzione e alla commercializzazione”.

All’iniziativa, promossa dalla Regione Lazio tramite Lazio Innova e in collaborazione con Agro Camera, partecipano più di 50 partner appartenenti al mondo della ricerca, dell’università e delle associazioni di categoria.

I laboratori di Food Innovation Hub offriranno alle imprese selezionate l’opportunità di definire non solo nuove specialità alimentari da immettere sul mercato, ma anche di ottimizzare i propri sistemi di produzione e di commercializzazione e di progettare innovative soluzioni di economia circolare.

I cantieri partiranno con l’inizio del nuovo anno e coinvolgeranno gli Spazi Attivi di Lazio Innova, in particolare le sedi di Latina e di Bracciano dove è presente la Digital Kitchen Lab, il primo spazio collaborativo regionale dedicato alla food innovation. Un luogo attrezzato con postazioni e macchinari ad alta tecnologia, pensato per sperimentare e prototipare prodotti e nuove ricette.

Attualmente sono 10 gli Spazi Attivi della Regione Lazio: Roma Casilina, Roma Tecnopolo, Viterbo, Rieti, Bracciano, Zagarolo, Ferentino, Colleferro, Latina e Civitavecchia. Negli Spazi Attivi hanno sede il FabLab distribuito della Regione Lazio nel quale è possibile trasformare un’idea in un oggetto vero e proprio (prototipazione); il Talent Working, dove è possibile condividere competenze e supportare lo sviluppo di progetti innovativi e i Laboratori dedicati all’incubazione d’impresa, con sale formazione e relax, luoghi di progettazione e collaborazione a servizio di talenti e team imprenditoriali.

Vai alle ultime notizie di News
Vai a tutte le notizie di LazioInnova