Premiati i vincitori di Aspettando Maker Faire

Primo premio, dal valore di 6.000 euro a Lightole. Tra le scuole vince il Liceo Scientifico e Linguistico di Ceccano con il prototipo Voice Bell
Premiati i vincitori di Aspettando Maker Faire

Si è concluso, con un grande successo di pubblico, la tre giorni della Maker Faire Rome, la manifestazione europea dedicata all’innovazione.

Arrivata alla sua 7° edizione, la manifestazione ha accolto l’eccellenza del territorio in tutti i campi dell’innovazione: intelligenza artificiale, economia, mobilità, biotecnologie e tanto altro.

Anche quest’anno la Regione Lazio insieme con Lazio Innova e in collaborazione con Innova Camere, ha voluto promuovere idee e risorse, in un contest rivolto a tutti i makers del territorio laziale. La Call “Aspettando Maker Faire” rivolta a imprese, startup e studenti ha aperto le porte a progetti, prototipi, prodotti e soluzioni innovative in un qualsiasi settore, realizzati grazie all’ausilio degli Spazi Attivi e dei FabLab regionali presenti sul territorio laziale.

La premiazione del 20 ottobre ha visto aggiudicare il primo premio, del valore di 6.000 euro, a “Lightole” di Claudio Gioserio, maker di una lampada da tavolo dal design elegante e curvilineo, che risolve la problematica dell’accecamento dei led rendendo la luce diffusa e confortevole. La tecnologia usata è frutto di un brevetto d’invenzione a uso esclusivo.

La seconda classificata, vincitrice della somma 3.000 euro, è stata Fabiana Favorini che con il suo team ha realizzato “L’oca del Campidoglio”: un gioco per bambini non vedenti e/o ipovedenti utilizzabile nelle aule scolastiche.

Dario Ippolito è infine il vincitore del terzo premio di 1.500 euro, grazie alla sua “K-Ability”: un dispositivo con 7 bottoni e un piccolo schermo oled, che offre alle persone affette da problemi motori e di coordinamento la possibilità di accedere ai dispositivi mobili e computer.

Il premio social del valore di 250 euro, selezionato attraverso una votazione presso lo stand della Regione Lazio, è stato vinto da Bruno Mattia Bizzarri, maker di “Mangroves”: borraccia dotata di un filtro multistadio che rende potabile qualunque tipo di acqua.

Infine, vincitori del primo premio per le scuole “Aspettando Maker Faire”, assegnato da Lazio Innova insieme a Junior Achievement e Anpal Servizi, sono stati gli studenti del Liceo Scientifico e Linguistico di Ceccano con il prototipo “Voice Bell”, un innovativo sistema di evacuazione, senza fili, a comando vocale che rende tempestivo un esodo di massa.

La Brochure di Aspettando Maker Faire

 

Vai alle ultime notizie di News
Vai a tutte le notizie di LazioInnova