La Regione Lazio riconosce alle MPMI del Lazio un contributo sugli interessi relativi ai Prestiti loro concessi dalle Banche a valere sulla linea di credito della Banca Europea degli Investimenti (“BEI”) denominata “Italian regions EU blending programme”, dedicata al Lazio. Tale linea di credito (provvista BEI) consente alle Banche di praticare alle MPMI del Lazio condizioni economiche e di durata più favorevoli rispetto ai prestiti ordinari.

Prestiti ammissibili

I Prestiti ammissibili sono quelli erogati dalle Banche che hanno fatto richiesta della Provvista BEI e a valere su di essa (come attestato dalla Banche stesse), che sono:

  • Unicredit: 313 filiali sul territorio regionale, provvista BEI per 40 milioni di Euro;
  • Banca di Credito Cooperativo di Roma: 133 filiali sul territorio regionale, provvista BEI per 30 milioni di Euro;
  • Banca Popolare di Sondrio: 38 filiali sul territorio regionale, provvista BEI per 30 milioni di Euro.

I Prestiti con Provvista BEI sono di importo minimo di 10.000 Euro è possono essere finalizzati a fabbisogni per investimenti e per capitale circolante. La durata non può essere inferiore a 24 mesi e può arrivare fino a 12 anni (15 anni per gli investimenti per l’efficienza energetica o la produzione di energia da fonti rinnovabili). I Prestiti possono essere assistiti da garanzie pubbliche come quelle del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI.

Sono ammissibili anche i Prestiti deliberati dalle banche nei 6 mesi precedenti il contratto di provvista con BEI. Le Banche, fatti salvi i vincoli BEI, concedono i Prestiti secondo le loro ordinarie prassi commerciali.

I Prestiti possono essere anche fluttuanti (scoperto di conto, anticipi fatture, ordini, ect.), ma sono ammissibili al contributo in c/interessi regionale solo quelli con scadenza di rimborso predefinite (per i quali è possibile calcolare anticipatamente gli interessi oggetto del contributo).

I Prestiti possono essere concessi anche a mid-cap del Lazio (Imprese autonome con un numero di addetti inferiore a 3.000), ma sono ammissibili al contributo in c/interessi regionale solo quelli concessi alle MPMI del Lazio.

Contributo anticipato per abbattimento degli interessi

Il contributo è erogato in una unica soluzione anticipata, in percentuale al valore attuale degli interessi dovuti alle Banche sul Prestito a valere sulla Provvista BEI:

  • MPMI operanti nelle Aree di crisi industriale complessa del Lazio: 90%;
  • altre MPMI operanti nel Lazio: 80%.

Alle MPMI operanti nelle Aree di crisi industriale complessa del Lazio (Sistema Locale del Lavoro di Rieti e di Frosinone) è riservato il 20% della dotazione finanziaria (600.000 euro[AC1] ). Tale riserva si applica solo alle domande presentate entro i primi due mesi dalla data di apertura dello sportello (PEC).

Gli interessi oggetto del contributo sono quelli applicati dalla Banca al Prestito e risultanti dalla attestazione della Banca redatta in conformità all’apposito modello messo a disposizione nell’allegato all’Avviso, che la MPMI richiedente deve allegare al Formulario GeCoWEB.

Il tasso di attualizzazione è pari al tasso di riferimento vigente al momento della Domanda, pubblicato sulla pagina della Commissione UE, maggiorato di 100 punti base (1%). I tassi di riferimento sono aggiornati mensilmente, quello valido dal 1 settembre 2020 è pari a -0,17% (meno 17 punti base) e conseguentemente il tasso di attualizzazione è +0,83% (83 punti base).

In caso di Prestiti che prevedono erogazioni in più tranche, ogni erogazione è considerata come un Prestito a sé stante, con relativo contributo calcolato sugli interessi dovuti sulla tranche. Può tuttavia essere presentata una unica Domanda con riferimento a più tranche già erogate.

Beneficiari

MPMI in forma singola che al momento della presentazione della Domanda hanno ottenuto (erogato) un Prestito con Provvista BEI e sono regolarmente iscritte al Registro delle Imprese ovvero, nel caso dei Liberi Professionisti, sono titolari di partita IVA attiva.

Sono escluse le MPMI operanti nei settori della produzione primaria dei prodotti agricoli, della pesca e dell’acquacoltura o in alcuni settori non ammessi al POR.

Le MPMI devono inoltre avere Sede Operativa nel Lazio e, per avere diritto al maggior contributo, nelle Aree di crisi industriale complessa del Lazio. A tal fine, nel caso più Sedi Operative, rileva il luogo in cui opera la maggioranza assoluta degli addetti oppure, se il Prestito è finalizzato a sostenere un investimento, la localizzazione della Sede Operativa in cui si realizza tale investimento.

Le MPMI devono inoltre possedere i requisiti generali di ammissibilità per accedere agli aiuti e ai Fondi SIE di cui all’appendice 2 dell’Avviso (da autocertificarsi tramite la sottoscrizione con Firma Digitale della Domanda generata dal sistema GeCoWEB).

Presentazione, selezione delle domande ed erogazione

Le richieste di contributo devono essere presentate esclusivamente via PEC, a partire dalle ore 12:00 del 5 novembre 2020, successivamente alla finalizzazione del Formulario GeCoWEB, utilizzando la Domanda prodotta automaticamente da GeCoWEB stesso, che apre dalle ore 12:00 del 5 ottobre 2020. La presentazione delle Domande può avvenire fino all’adozione del provvedimento regionale che chiude lo sportello per effetto dell’esaurimento della dotazione finanziaria.

Per l’accesso al sistema GeCoWEB da parte dei soggetti registrati al Registro delle Imprese tenuto dalle CCIAA, occorre prima registrarsi al portale www.impresainungiorno.gov.it e autenticarsi per accedere ai servizi online.

Al Formulario GeCoWEB vanno allegati:

  • l’attestazione della Banca circa l’avvenuta erogazione del Prestito BEI da cui si possano desumere gli interessi dovuti e le relative scadenze (anche tramite piano di ammortamento allegato),
  • la dichiarazione attestante i requisiti di MPMI,
  • eventuali dichiarazioni previste in determinati casi (investimenti e potenziali conflitti di interessi).

Tali documenti devono essere redatti in conformità agli appositi modelli allegati all’Avviso e resi disponibili in formato editabile sulla pagina web dedicata.

Il contributo sarà erogato in un’unica soluzione al termine dell’istruttoria di ammissibilità delle richieste, fino ad esaurimento della dotazione finanziaria (che la Regione ha facoltà di incrementare), nel rispetto della riserva e dell’ordine di presentazione delle Domande (PEC).

Informazioni

NUMERO VERDE 800.989.796

info@lazioinnova.it

infobandi@lazioinnova.it