Con la determinazione n. G00460 del 22 gennaio 2014 (BUR n. 8 del 28 gennaio 2014) la Regione Lazio ha approvato l’Avviso pubblico relativo alla linea di attività denominata “Fondo per prestiti partecipativi alle start up”.

L’obiettivo dell’iniziativa, per la quale sono stanziati 10 milioni di euro, è stimolare la crescita dell’economia regionale attraverso il sostegno alle imprese di nuova costituzione.

Interventi: finanziamenti in de minimis a medio termine, a tasso agevolato.

Destinatari: imprese costituite da non più di 48 mesi nella forma di società di capitali, con esclusione di quelle a socio unico, con sede operativa nella Regione Lazio o che si impegnino ad attivarne una. Al momento della presentazione della domanda i destinatari devono:

  • avere deliberato un aumento del capitale sociale in modo che il patrimonio netto risultante a seguito di detto aumento, nonché dall’eventuale cessione di quote con eventuale sovrapprezzo, risulti essere almeno pari al prestito partecipativo richiesto;
  • avere, i soci, completamente sottoscritto l’aumento di capitale deliberato (o almeno la quota pari al finanziamento richiesto) e versato in misura almeno pari al 25%, con impegno dell’organo amministrativo a richiamare il versamento del 50 % della quota rimanente nel corso del 3° esercizio dalla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento, e l’ulteriore 50% comunque in data antecedente di almeno due mesi la scadenza del rimborso del prestitopartecipativo;

oppure

  • impegnarsi affinché le condizioni di cui ai punti precedenti siano soddisfatte al momento di sottoscrizione del contratto di finanziamento;

nonché

  • annoverare all’interno della compagine societaria, come risultante a seguito dell’aumento di capitale, uno o più soggetti con adeguata esperienza e competenza nel business di riferimento, la cui partecipazione complessiva non sia inferiore al 20%.

Spese ammissibili: sono ammissibili al finanziamento i progetti imprenditoriali che una Commissione di valutazione indipendente valuti positivamente dal punto di vista della sostenibilità economico-finanziaria dell’iniziativa, della sua innovatività e del potenziale di sviluppo, nonché della compagine imprenditoriale proponente.

Tipologia delle agevolazioni: l’agevolazione è concessa sotto forma di finanziamento a tasso agevolato (1%) di durata pari a 5 anni, di cui due di preammortamento. L’erogazione viene effettuata in un’unica soluzione alla firma del contratto di finanziamento; il capitale deve essere rimborsato per il 75% a partire dall’inizio del terzo anno in quote trimestrali posticipate, e per il restante 25% in un’unica soluzione alla scadenza del prestito. L’importo massimo finanziabile è pari a 200 mila euro.

Scadenza: fino a esaurimento delle risorse stanziate e comunque non oltre il 31 gennaio 2015.

ATTENZIONE: con la determinazione n. G00910 del 31 gennaio 2014 la Regione Lazio ha rinviato la data di apertura dello sportello on line e quindi la possibilità di compilare il formulario.

Pertanto, la partecipazione all’avviso pubblico sarà aperta dalle ore 9.00 del 17 febbraio 2014, a seguito della pubblicazione sui siti www.porfesr.lazio.it e www.sviluppo.lazio.it dello schema di formulario da compilare on-line, e rimarrà aperta fino al 31 gennaio 2015, ovvero fino a esaurimento delle risorse stanziate. Saranno accolte domande fino a copertura di un ulteriore 50% dello stanziamento complessivo quale riserva di futuro recupero in caso di rinuncia, inammissibilità o revoca delle domande utilmente collocate.

Le domande dovranno essere presentate esclusivamente per via telematica, compilando e inoltrando il formulario on-line (Appendice 1), e utilizzando i moduli predisposti e disponibili sul sito www.sviluppo.lazio.it (sezione “agevolazioni”).

Alla domanda deve essere allegata la documentazione richiesta in formato elettronico, secondo le modalità indicate nel formulario on-line.

ATTENZIONE: Registrazione e compilazione del formulario saranno possibili soltanto dalle ore 9.00 di lunedì 17 febbraio 2014.

Per il perfezionamento della domanda occorre compilare il modulo di domanda (Appendice 2), scaricabile dal sito sopra citato. Tale modulo, sottoscritto in originale dal legale rappresentante dell’impresa, dovrà essere spedito a Sviluppo Lazio tramite raccomandata a/r ed entro dieci giorni dalla data di inoltro del formulario on-line.

Il mancato inoltro del modulo di domanda entro i suddetti termini comporta automaticamente l’inammissibilità dell’Istanza.

Formulario on line: http://incentivi.lazioinnova.it/bando_sl_fondostartup/

VERBALI DEL COMITATO D’INVESTIMENTO