Legge regionale n. 4/2014 “Riordino delle disposizioni per contrastare la violenza contro le donne in quanto basata sul genere e per la promozione di una cultura del rispetto dei diritti umani fondamentali e delle differenze tra uomo e donna”

Legge Regionale n. 4/2006, art. 169 (Istituzione del Premio annuale regionale “Donatella Colasanti e Rosaria Lopez”)

Legge di Stabilità regionale 2019 (Rifinanziamento del Premio)

 

Presentazione delle domande: dal 14 gennaio alle ore 12 del 15 aprile 2020

Le scuole partecipanti dovranno inviare i progetti per posta elettronica certificata: comunicazione@pec.lazioinnova.it

Per informazioni: comunicazione@lazioinnova.it

Obiettivi

Nell’anno scolastico 2019/2020 la Regione Lazio finanzia il premio “Donatella Colasanti e Rosaria Lopez”, istituito in memoria delle due ragazze vittime di un brutale episodio di violenza avvenuto a San Felice Circeo il 1° ottobre 1975.

Alla luce dei ricorrenti fatti di cronaca che quotidianamente colpiscono le donne, l’iniziativa viene riproposta per stimolare nelle scuole un dibattito sul tema della violenza di genere, sollecitando la riflessione dei giovani attraverso lo sviluppo di un proprio senso critico e di una propria coscienza civile, e orientandoli verso stili di vita rispettosi di sé e degli altri.

Infatti, la violenza di genere si consuma anche online a seguito della crescente diffusione dei social network attraverso i quali emergono nuove forme di discriminazione e violenza nei confronti delle donne, come il bullismo e le molestie online, l’utilizzo di immagini degradanti e la diffusione di foto e video privati senza il consenso delle persone interessate.

 

Chi può partecipare

Scuole statali e paritarie di secondo grado e Istituti di formazione professionale con sede legale o operativa nel Lazio.

I destinatari del bando sono gli studenti che frequentano le istituzioni scolastiche e formative del Lazio di cui sopra nel corso dell’anno scolastico 2019/2020.

 

Caratteristiche dei progetti

I progetti devono essere caratterizzati da un approccio interattivo che favorisca il protagonismo degli studenti nella partecipazione e nelle proposte.

I lavori dovranno esprimere in maniera chiara e adeguata concetti e azioni utili a sensibilizzare gli studenti e la cittadinanza contro la violenza maschile sulle donne. Tale impostazione deve tenere conto degli aspetti giuridici, culturali, sociali, economici e psicologici del fenomeno.

Gli studenti potranno lavorare a quattro categorie di progetti:

 

  1. Elaborati scritti (racconti, poesie, saggi)
  2. Materiale audiovisivo (videoclip, spot, cortometraggi)
  3. Creazioni artistiche (disegni, dipinti, fotografie, fumetti)
  4. Prodotti musicali di qualsiasi genere musicale (ad esempio, rap, rock, pop, classica)

 

Ciascuna Scuola/Istituto può candidare una sola proposta progettuale per ciascuna categoria.

 

Premi

La Scuola o l’Istituto il cui progetto ha ottenuto il maggior punteggio per la categoria di riferimento riceverà un voucher per l’acquisto di materiale a supporto della didattica pari a 5.000 euro (IVA inclusa).

 

Presentazione dei progetti

La domanda di partecipazione può essere presentata a partire dalla data di pubblicazione del bando sui siti della Regione Lazio e di Lazio Innova, tramite PEC all’indirizzo che sarà indicato sul bando entro le ore 12:00 del 15 aprile 2020.

I progetti devono essere trasmessi esclusivamente dal legale rappresentante della scuola/istituzione o suo delegato.

Tutta la documentazione prevista dovrà essere sottoscritta con firma digitale dal legale rappresentante della Scuola/Istituto, o da un suo delegato.

In caso di delega, alla domanda occorre allegare copia della delega sottoscritta dal legale rappresentante.

I progetti non devono contenere alcun dato personale/sensibile dei partecipanti.

 

Valutazione dei progetti

I progetti saranno valutati da una commissione che comprenderà tra l’altro un esperto per ciascuna categoria. È prevista l’assegnazione di un Premio per ciascuna categoria di progetti.

Ogni Scuola/Istituto potrà presentare un progetto per ciascuna categoria, ma non potrà risultare vincitore per più di una di esse.

I progetti saranno valutati secondo un punteggio in trentesimi e tenendo conto dei seguenti criteri di valutazione:

 

  • Coerenza del progetto con le finalità del bando;
  • Creatività e innovatività nei contenuti e nell’utilizzo degli strumenti tecnologici da parte degli studenti;
  • Descrizione delle attività progettuali di sensibilizzazione e responsabilizzazione permanente degli studenti sul tema;
  • Grado di coinvolgimento della società civile e delle strutture territoriali che si occupano del contrasto alla violenza di genere. Un punteggio extra pari a 5 punti sarà assegnato alle Scuole o agli Istituti che dimostreranno di aver avviato una collaborazione certificata con le associazioni che si occupano del tema sui territori di riferimento.

 

Come ulteriore riconoscimento per l’impegno profuso, le Scuole o gli Istituti vincitori riceveranno una targa intitolata a Donatella Colasanti e Rosaria Lopez.

Scheda-Premio-Colasanti-Lopez