Premessa

La Regione Lazio, attraverso Lazio Innova S.p.A., ha promosso un’azione d’innovazione sociale destinata ad affiancare i centri antiviolenza nelle attività di collocamento delle donne nel mondo del lavoro, sostenendo in particolare lo sviluppo di progetti di autoimprenditorialità promossi dalle donne.

In tale contesto, in collaborazione con Global Thinking Foundation, fondazione no profit che opera in favore dell’empowerment delle donne e che supporta la parità di genere grazie a progetti volti all’inclusione economico-finanziaria di tutte le cittadine e i cittadini, si intende promuovere il Laboratorio di impresa, “Scelgo di Essere. Libera!”, finalizzato allo sviluppo di un progetto di tipo imprenditoriale di sostegno all’autonomia delle donne vittime di violenza di genere.

Scelgo di Essere. Libera! è un’iniziativa di empowerment progettata per inserire le donne in un percorso di crescita che lavori simultaneamente sul potenziale umano e sull’acquisizione di concetti economici della scuola di impresa.

Attraverso la presente Call si intende promuovere la candidatura di idee imprenditoriali presentate da donne inserite nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza, certificati dai Centri antiviolenza inseriti nella mappatura regionale, in forma individuale oppure in team, che attraverso l’acquisizione di competenze imprenditoriali siano accompagnate alla conoscenza di metodologie che supportino il passaggio delle idee in progetti d’impresa.

 

  1. Struttura dell’iniziativa

Scelgo di Essere. Libera! si articola nelle seguenti fasi:

  • raccolta delle proposte delle candidature selezionate dai Centri antiviolenza inserite nella mappatura della Regione Lazio tra le donne in fuoriuscita dalla violenza;
  • laboratorio di impresa, avvio del percorso di empowerment, con un’idea di impresa in forma singola o team;
  • Social Demo Day, pitch finale di presentazione dei progetti elaborati.

Il percorso del laboratorio di impresa si articola in 4 moduli complementari di supporto all’acquisizione di competenze utili per la crescita personale e lavorativa, così articolati:

  • laboratorio delle idee di impresa (costruzione del gruppo, verifica delle idee, business model canvas);
  • pianificazione professionale (processi di gestione aziendale, pianificazione strategica, marketing digitale, tecniche di Pitch);
  • fonti di finanziamento (forme di finanziamento di impresa);
  • project work (tecniche di pitch applicate ai progetti).

 

 

  1. Soggetti destinatari

La Call è rivolta alle donne in percorsi di fuoriuscita dalla violenza certificati dai Centri antiviolenza, inseriti nella mappatura regionale, che abbiano i seguenti requisiti:

  • abbiano compiuto 18 anni;
  • siano residenti e/o domiciliate nella regione Lazio;
  • conoscano la lingua italiana (parlata e scritta);
  • abbiano un’idea imprenditoriale che possa diventare un progetto d’impresa.

 

In caso di cittadina non comunitaria è necessario essere in possesso di regolare permesso di soggiorno che consente lo svolgimento di un’attività lavorativa.

Le idee imprenditoriali delle candidate potranno riguardare qualsiasi settore, ed è auspicabile che abbiano maturato un’esperienza nel settore oggetto dell’idea, o frequentato un corso di formazione o specializzazione.

 

  1. Requisiti abilitanti

Per poter frequentare il Laboratorio di impresa le candidate dovranno avere un device (pc, palmare, cellulare) con connessione internet per accedere alle sessioni formative erogate attraverso le comuni piattaforme di videoconferenza.

 

  1. Percorso e Struttura

Le candidate saranno ammesse a partecipare a un percorso di empowerment, Laboratorio di impresa, della durata di 40 ore (front e back office), erogate attraverso video-lezioni online, con l’obiettivo di rafforzare la consapevolezza delle proprie capacità professionali sfruttando l’approccio metodologico del “team & business coaching”. Durante il percorso le partecipanti saranno accompagnate nell’elaborazione di un documento tecnico di fattibilità dell’idea imprenditoriale che verrà presentato con un Pitch nella fase finale durante l’evento “Social Demo Day”.

Il Laboratorio di impresa prenderà avvio nel mese successivo alla chiusura della call, con calendario di incontri digitali che verrà comunicato ai soggetti ammessi.

Il percorso, suddiviso in 4 moduli, è finalizzato ad accrescere le competenze delle partecipanti e a valorizzarne le idee imprenditoriali

In ogni modulo sarà assicurata la presenza di un coach e di un docente.

Modulo Contenuti Ore Front e back office
Laboratorio delle idee di impresa Costruzione del gruppo e Brainstorming delle idee  4
Analisi fattibilità delle idee 4
Tecniche di validazione delle idee imprenditoriali 4
Tecnica di pianificazione strategica: Business Model Canvas 4
Pianificazione Professionale Impresa al femminile al tempo della Sharing Economy:

Introduzione all’attività imprenditoriale

Swot Analysis e posizionamento

Le basi del bilancio aziendale

Elementi di marketing

Marketing digitale

Tecniche di pitching

14
Fonti di finanziamento Opportunità di finanza agevolata 2
Project Work Elaborazione delle presentazioni dei progetti 8

 

Le candidate selezionate dovranno garantire la propria presenza durante tutti i moduli formativi.

La partecipazione al Social Demo Day è garantita a coloro che avranno redatto il progetto imprenditoriale e realizzato la relativa presentazione (pitch) da esporre nelle modalità previste per l’evento finale.

Le attività di formazione erogate da Global Thinking Foundation “Impresa al femminile al tempo della Sharing Economy”, partner di progetto, sono certificate ISO 9001:201 e, quindi, con possibilità di rilasciare attestato di partecipazione.

 

  1. Social Demo Day e Premialità

Il Laboratorio di formazione si concluderà con un evento finale, in modalità digitale se l’emergenza sanitaria non sarà conclusa, nel quale verranno presentati i progetti che hanno terminato il percorso.

Tutte le partecipanti al percorso che avranno definito un progetto d’impresa beneficeranno del set di servizi di accompagnamento al go-to-market.

I primi otto progetti che si costituiranno in impresa (ammesse tutte le forme giuridiche) entro 6 mesi dall’evento finale, potranno beneficiare di un premio in denaro ciascuno del valore di euro 1.000,00 (mille), oneri compresi.

I premi saranno assegnati in ordine cronologico di arrivo ai primi otto progetti che, entro 6 mesi dall’evento finale, invieranno a Lazio Innova la visura della CCIAA, tramite posta elettronica certificata all’indirizzo lazioinnova.pec@lazioinnova.it indicando nell’oggetto “Costituzione Scelgo di Essere. Libera!”.

Lazio Innova informerà la Regione Lazio in merito alle richieste pervenute e ai premi erogati.

 

  1. Revoca e recupero del premio in denaro

1. Il premio in denaro è soggetto a revoca, con conseguente obbligo di restituire gli importi eventualmente già erogati, nel caso in cui il premio risulti concesso o erogato sulla base di dati, notizie e dichiarazioni mendaci o reticenti.

2. Il premio revocato deve essere restituito entro 60 giorni dalla relativa comunicazione, maggiorato degli interessi legali maturati nel periodo intercorrente tra l’erogazione e la restituzione. Eventuali ritardi nella restituzione di quanto dovuto comporteranno il rimborso delle spese legali e l’applicazione di interessi di mora, per il periodo successivo al termine per la restituzione, nella misura degli interessi legali maggiorati di 500 punti base (5%).

3. Qualora, nel rilevamento delle predette irregolarità, siano coinvolti profili di responsabilità per danni o penali, Lazio Innova esperisce ogni azione nelle sedi opportune.

 

  1. Modalità di presentazione delle domande e accesso al Laboratorio di impresa

Le donne interessate, potranno presentare la propria candidatura tramite i Centri antiviolenza che le hanno prese in carico compilando l’apposita scheda di candidatura (Allegato A). Ciascuna candidatura riguarderà una specifica idea d’impresa e potrà essere proposta da una o più donne (Idea singola o Idea in team), in quest’ultimo caso la scheda dovrà indicare tutti i nominativi delle partecipanti.

Elenco Centri antiviolenza sul sito della Regione Lazio al seguente link: https://www.regione.lazio.it/rl/dallapartedelledonne/i-centri-antiviolenza-finanziati-dalla-regione-lazio/.

Le referenti del Centro, verificati i requisiti di ammissibilità di cui al punto 1 e 2 (Allegato B), dovranno trasmettere a Lazio Innova le candidature, esclusivamente tramite email, all’indirizzo scelgodiesserelibera@lazioinnova.it indicando nell’oggetto la dicitura “Candidatura Scelgo di Essere. Libera!”.

I termini per la presentazione delle candidature a Lazio Innova sono stati prorogati alle ore 13.00 del 15 febbraio 2021.

Lazio Innova accoglierà al percorso le candidature pervenute seguendo l’ordine cronologico di arrivo e ammettendo alla formazione fino a un massimo di 60 partecipanti, prendendo in considerazione tutti i nominativi indicati nelle schede di candidatura.

Per garantire la migliore gestione e fruizione del laboratorio di impresa da parte delle partecipanti, potranno essere organizzate due sessioni formative con massimo di 30 partecipanti per ciascuna sessione.

La candidatura inviata a Lazio innova dovrà essere presentata completa di:

  • Scheda di candidatura (Allegato A);
  • Dichiarazione possesso dei requisiti, a cura del Centro antiviolenza (Allegato B);
  • Modulo di informativa trattamento dei dati (Allegato C).

Saranno considerate non ammissibili le richieste inviate fuori dei termini, con modalità diverse da quelle previste o per la mancanza dei requisiti indicati nel precedente punto I e 2.

 

  1. Diritto di accesso, Informativa ai sensi della Legge 241/90, Riservatezza

1. Il diritto di accesso agli atti si esercita conformemente alle previsioni di cui all’art. 22 e seguenti della Legge 241/90 e s.m.i.

2. Il responsabile del procedimento è il Direttore Generale di Lazio Innova.

3. I richiedenti, nel presentare richiesta di erogazione del Premio, accettano la pubblicazione, elettronica o in altra forma, dei loro dati identificativi (codice fiscale e ragione sociale o, nel caso delle ditte individuali, nome, cognome ed eventuale nome della ditta) e dell’importo del Premio erogato, ai sensi degli artt. 26 e 27 del D.lgs. 33/2013 in materia di trasparenza.

4. Lazio Innova è, comunque, autorizzata a pubblicare, insieme ai dati di cui al precedente paragrafo, la descrizione sintetica dei progetti di impresa premiati, richiesta dal summenzionato art. 27 del D.lgs. 33/2013.