1,8 milioni di euro

Legge Regionale 21 luglio 2003, n.20 – DGR 23 ottobre 2018, n. 594.

Dotazione: 1,8 milioni di euro comprensivi dei costi di promozione e gestione di cui € 1.200.000 destinati alle Organizzazioni regionali del movimento cooperativo e € 600.000 destinati alle imprese cooperative.

Apertura sistema GeCoWEB per la compilazione del Formulario: dalle ore 12 del 17/01/2019

Presentazione domande “a sportello” con invio della domanda tramite PEC:

  • Obiettivo strategico 1- Organizzazioni regionali del movimento cooperativo a partire dalle ore 12.00 del 19/02/2019
  • Obiettivo strategico 2 – Imprese cooperative a partire dalle ore 12.00 del 19/02/2019

 

Obiettivi

L’Obiettivo strategico 1 dell’Avviso consiste nell’attivare un’azione sistemica di promozione e diffusione sul territorio regionale del modello di impresa cooperativa e incentivare i processi di aggregazione, nonché delle pratiche di partecipazione come il partenariato partecipato, anche nella predisposizione di atti e piani attraverso:

  • la promozione della cultura cooperativa con la realizzazione di convegni, seminari, eventi, siti internet e campagne mediatiche;
  • il miglioramento della formazione dei dirigenti e degli addetti delle cooperative associate attraverso apposita formazione con particolare riferimento alle reti di imprese;
  • lo sviluppo di un sistema consolidato di rete tra le cooperative;
  • la promozione di un codice etico interno volto alla valorizzazione delle risorse umane e contro ogni forma di un loro possibile sfruttamento;
  • il miglioramento della conoscenza del sistema cooperativo laziale attraverso la realizzazione di banche dati integrate e specifici studi di settore.

 

L’ Obiettivo strategico 2 mira al sostegno e impulso alle imprese cooperative tramite l’’indennizzo delle spese di tutoraggio delle neo-imprese cooperative in fase di start up.

 

Destinatari

Relativamente all’Obiettivo strategico 1 sono destinatari degli interventi le Organizzazioni regionali del movimento cooperativo, riconosciute con decreto del Ministro delle attività produttive ai sensi dell’art. 3 Dgls. 2 agosto 2002, n. 220.

Relativamente all’Obiettivo strategico 2 sono destinatari degli interventi le Imprese cooperative, costituite o costituende che necessitino di supporto per lo start up o per il consolidamento nella fase di avvio dell’attività e che, al momento dell’erogazione risultino iscritte all’albo nazionale degli enti cooperativi di cui all’art. 15 del Dgls. 220/2002 e abbiano sede operativa unica o principale nel territorio del Lazio.

Sono escluse le cooperative sociali di cui all’art. 1 comma 1 lettera a) della legge 381/1991 e ss.mm.

 

Interventi agevolabili

Nell’ambito dell’Obiettivo strategico 1 – Interventi di ricerca, formazione e orientamento del sistema cooperativo attraverso:

  • azioni concentrate su specificità territoriali, settoriali, evolutive, individuandone e sostenendone le potenzialità di crescita e gli spazi di sviluppo innovativo, anche attraverso strumenti nuovi e non convenzionali;
  • azioni e percorsi formativi mirati allo sviluppo dell’autoimprenditorialità, esperienze WBO, tecniche e strategie di responsabilità sociale ed ambientale, cooperative di comunità, animazione territoriale (rigenerazione di spazi abbandonati, il riuso di risorse immobiliari, la riqualificazione di luoghi di interesse paesaggistico/turistico/storico, ecc)
  • azioni per lo sviluppo dei processi di aggregazione, partenariato pubblico–privato, reti di imprese, organizzazione in filiere
  • azioni per l’internazionalizzazione, in particolare per favorire insediamenti all’estero, accordi con aziende straniere, partnership per programmi di ricerca, partecipazioni a manifestazioni e fiere all’estero, scambi commerciali
  • azioni per la diffusione di nuove tecniche di innovazione: marketing nel web 2.0, le tecniche di ricerca di investitori e le piattaforme di crowdfunding, gli investimenti in ricerca e sviluppo, brevetti, branding

 

Nell’ambito dell’Obiettivo strategico 2:

  • idea di impresa, per la quale si intenda usufruire di attività di formazione, consulenza e tutoraggio finalizzate alla verifica dell’effettiva validità dell’idea stessa e alle sue concrete possibilità di trasformarsi in impresa, fino alla redazione del business plan;
  • business plan per i quali si intenda usufruire delle attività di tutoraggio e accompagnamento agli aspiranti imprenditori, nella corretta definizione e sviluppo del piano di impresa e il passaggio all’impresa.

I Servizi di assistenza tecnica, possono essere forniti dalle organizzazioni cooperative o da altri operatori economici presenti sul mercato.

 

Dotazione e intensità di aiuto

Per gli interventi di cui all’ Obiettivo strategico 1

La dotazione dell’Avviso pubblico è di 1.200.000 euro, comprensivi dei costi di gestione e comunicazione

L’agevolazione è un contributo a fondo perduto, concesso ai sensi del Regolamento “De Minimis” (Reg.UE 1407/2013).

L’intensità dell’aiuto non può superare l’80% delle Spese Ammesse.

Per gli interventi di cui all’ Obiettivo strategico 2

La dotazione dell’Avviso pubblico è di 600.000 euro, comprensiva dei costi di promozione e gestione.

L’agevolazione è un contributo a fondo perduto commisurato alle spese ammesse dei progetti imprenditoriali, concesso ai sensi del Regolamento “De Minimis” (Reg.UE 1407/2013) e nel rispetto dei massimali ivi indicati.

L’intensità dell’aiuto non può superare il 30% delle spese ammesse che possono partire da un minimo di € 3.000,00 fino ad un massimo di € 20.000,00.

Tali valori fanno riferimento alle Spese Ammesse, e sono quindi da considerare al netto dell’IVA. Non è previsto un importo massimo del Progetto, ma è definito un massimale sul contributo concedibile.

 

Criteri di valutazione

I Progetti saranno valutati da un Nucleo di Valutazione istituito secondo i criteri di cui all’art.8 della Legge regionale n. 20/2003, al fine di verificarne la validità amministrativa, tecnica, economica e finanziaria con riferimento ai criteri di seguito indicati: 

  • Coerenza della proposta rispetto agli obiettivi previsti nel piano
  • Congruità dei costi rispetto alle attività proposte
  • Risultati attesi

 

Spese ammissibili

Con riferimento ai progetti presentati a valere sull’ Obiettivo strategico 1

Sono ammissibili le spese relative a:

  1. Costi del personale
  2. Consulenze fornite da società e professionisti
  3. Acquisto attrezzature
  4. Noleggio attrezzature limitatamente al periodo di realizzazione del progetto

 

Tali tipologie di spesa sono ammissibili se relative a :

  • Progettazione dell’intervento nel limite complessivo del 10% del costo totale del progetto
  • Adeguamento della dotazione/strumentazione ICT mediante acquisizione di attrezzature/prodotti e/o servizi
  • Realizzazione di iniziative per la comunicazione e disseminazione dei risultati
  • Acquisizione di certificazioni (qualità; sostenibilità ambientale , ecc.)

 

Con riferimento ai progetti presentati a valere sull’ Obiettivo strategico 2

Sono ammissibili i costi relativi ai servizi di consulenza finalizzati alla realizzazione del progetto presentato.

 

Modalità di erogazione

Per gli interventi di cui all’Obiettivo strategico 1 l’erogazione è prevista in un’unica soluzione previa rendicontazione dei costi sostenuti, dei servizi resi come previsto nel Progetto ammesso e del numero delle imprese coinvolte. È facoltà del beneficiario richiedere un anticipo di ammontare compreso fra il 20% e il 40% del contributo concesso, dietro rilascio di fideiussione.

 

L’erogazione per gli interventi di cui all’Obiettivo strategico 2 è prevista in un’unica soluzione a saldo, dietro rendicontazione delle spese effettivamente sostenute.

 

Presentazione delle domande

La presentazione delle richieste avviene con procedura “a sportello”, in due fasi:

  1. Compilazione del formulario con la richiesta di accesso all’agevolazione esclusivamente per via telematica tramite la piattaforma GeCoWEB (www.lazioinnova.it) a partire dalle ore 12:00 del 17/01/2019 e fino alle ore 12 del 16/05/2019.

La finalizzazione del formulario tramite portale GeCoWEB non è sufficiente ai fini della presentazione della richiesta di contributo, che dovrà essere formalizzata inviando via PEC la Domanda generata automaticamente dal sistema GeCoWEB, previa apposizione di firma digitale.

  1. Invio tramite PEC della Domanda generata dal sistema GeCoWEB

I termini per l’invio della PEC contenente la DOMANDA sono:

  • Interventi a valere sull’Obiettivo strategico 1: a partire dalle ore 12 del 19/02/2019 e fino alle ore 18 del 16/05/2019
  • Interventi a valere sull’Obiettivo strategico 2: a partire dalle ore 12 del 19/02/2019 e fino alle ore 18 del 16/05/2019

 

L’assegnazione delle risorse sarà effettuata secondo l’ordine cronologico di invio della PEC di trasmissione della DOMANDA.

 

Informazioni

NUMERO VERDE 800989796

info@lazioinnova.it

infobandiimprese@lazioinnova.it