Living Lab Logistica 3

Il termine per la presentazione della domanda era il
15 dicembre 2023 alle ore 17:00

La Logistica è tra la attività industriali di maggior rilievo nell’economia regionale. Con la pandemia COVID-19 ha dimostrato, rispetto ad altri comparti industriali, una significativa capacità di resilienza.
Per mantenere questa caratteristica e rispondere alle incombenti sfide globali, la logistica richiede ai suoi operatori continui investimenti per stare al passo con la trasformazione dei mercati, i nuovi modelli di consumo, i processi di concentrazione e l’accresciuto ruolo dei grandi player internazionali.

C’è dunque un’esigenza pervasiva di introdurre innovazioni organizzative e digitali, che sono state le tematiche più rilevanti già nelle prime due azioni di innovazione aperta dedicata a questo comparto da Lazio Innova a partire dal 2019: formazione tecnica e manageriale, tecnologie e supporto al trasferimento, assistenza al cambiamento organizzativo, software specialistici e assistenza ad azioni commerciali e di mercato.

Alla luce di questo insieme di considerazioni, la Regione Lazio, attraverso Lazio Innova e in collaborazione con Unindustria, intende dare continuità all’azione a supporto del settore, con un Laboratorio di microinnovazione indirizzato a sostenere l’innovazione nei processi logistici delle MPMI del Lazio e favorire lo sviluppo di progetti di filiera.

Il Laboratorio di microinnovazione si configura come un LIVING LAB, ovvero un insieme di attività di formazione, mentoring e progettazione partecipata.

A chi si rivolge

MPMI

Micro e Piccole e Medie Imprese,

  • operanti nel settore della Logistica
  • con almeno una sede operativa nel Lazio.
Imprese manifatturiere
  • interessate a sviluppare progetti di logistica
  • con almeno una sede operativa nel Lazio.

Verranno ammesse per una quota non superiore al 30% del totale dei partecipanti.

Obiettivi generali

Il LIVING LAB Logistica permetterà alle imprese partecipanti di efficientare i propri processi logistici, attraverso la  progettazione di interventi in campo digitale e organizzativo.

Il LIVING LAB intende accompagnare ciascuna impresa partecipante:

  • nell’identificazione del proprio fabbisogno
  • nella definizione della soluzione organizzativa e digitale più efficace
  • nell’identificazione delle competenze interne da rafforzare.

Obiettivi Specifici

Al termine del LIVING LAB ciascuna impresa otterrà:

Una migliore maturazione e definizione dell’ipotesi progettuale da perseguire

L’identificazione degli investimenti materiali e immateriali necessari

L’identificazione degli interventi sul capitale umano da effettuare

L’accompagnamento verso eventuali strumenti d’intervento pubblico a sostegno della competitività delle MPMI

Fasi

Fase 0
Presentazione delle candidature e selezione dei partecipanti al Laboratorio

Alla scadenza del termine per l’invio delle candidature, le richieste pervenute saranno valutate a insindacabile giudizio da una Commissione di tre componenti appositamente nominata da Lazio Innova, secondo i criteri indicati nella Call, consultabile nella sezione documenti e link di questa pagina.
I partecipanti che supereranno la procedura di valutazione saranno ammessi a un programma della durata di 6 mesi, articolato in 3 fasi.
Saranno ammesse al percorso laboratoriale massimo 15 candidature.
Fase 1
Definizione e analisi degli scenari di innovazione

Obiettivo di questa fase è definire e formalizzare, mediante il coinvolgimento fattivo di un team di referenti aziendali (livello di middle-management), le caratteristiche del progetto o dell’idea progettuale dell’azienda, nel contesto dei macro-temi del laboratorio.
Il contenuto tematico, nello specifico, verte su aspetti di organizzazione aziendale, di innovazione tecnologica e rafforzamento delle competenze alla luce delle trasformazioni in atto introdotte dall’innovazione prevista e considerati possibili elementi esogeni derivati dal contesto più ampio di mercato, ovvero best practice di riferimento.

Fase 2
Elaborazione dell’idea progettuale e programmazione del processo di innovazione

Obiettivo di questa fase è l'attuazione, a partire dalla valutazione di scenario di Fase 1, di una serie di attività che accompagnino le aziende partecipanti nel percorso di definizione dei requisiti specifici del progetto di innovazione, che dovranno essere rappresentati e formalizzati sotto forma di documento progettuale.

Fase 3
Valutazione di fattibilità, analisi dei costi e analisi degli strumenti di finanziamento

L’obiettivo della fase consiste nella valutazione tecnica ed economica del progetto (es. analisi di fattibilità) e nella definizione di quelli che sono gli elementi che vanno a determinare l’evoluzione del modello di business dei partecipanti alla luce dell’innovazione progettuale proposta.
Una parte significativa dell’attività di questa fase consisterà nell’analisi delle diverse fonti potenziali di finanziamento dell’idea progettuale.

Cosa Offriamo

Servizi

Le imprese partecipanti al Living Lab avranno a disposizione un sistema di servizi, erogati prevalentemente in modalità digitale a cura della rete Spazio Attivo di Lazio Innova.
Strumenti

Ai partecipanti saranno forniti gli strumenti necessari al raggiungimento degli obiettivi previsti nei vari moduli (analisi, mappatura dei processi, indicatori di prestazione, benchmarking, ecc.).
Risultati Fase 1

La Fase 1 avrà come risultato l’analisi di partenza su cui costruire una strategia progettuale volta all’innovazione dei processi.
L’azione permetterà di individuare lo scenario-obiettivo dell’azienda che sarà valutato in modo quali-quantitativo (es. attraverso una SWOT analysis) e sarà propedeutico alla fase 2

Risultati Fase 2

La fase permetterà l’elaborazione dell’idea progettuale individuando tra l’altro:
• le performance ambientali ed energetiche di partenza e attese;
• possibili modalità di reingegnerizzazione dei processi delle varie aziende coinvolte;
• la definizione di una road map personalizzata in termini di:
- innovazioni da introdurre (organizzative di business o digitali);
- strumenti finanziari e opportunità;
- Individuazione degli elementi chiave e critici.

Momenti di confronto trasversali

Le imprese, durante il progetto laboratoriale, avranno l'opportunità di incontrare e confrontarsi con le altre realtà aziendali partecipanti, beneficiando di momenti di condivisione e/o contaminazione di esperienze e buone pratiche nonché di periodici incontri con stakeholder significativi istituzionali e referenti di imprese leader di settore.