Assessorato per la Transizione Ecologica e la Trasformazione Digitale  – Regione Lazio

Acquisizione di manifestazioni d’interesse correlate alle tematiche della transizione ecologica per la ricognizione di idee, progetti e fabbisogni del sistema regionale e per l’elaborazione del Piano di Transizione Ecologica della Regione Lazio

 

Con l’istituzione dell’Assessorato per la Transizione Ecologica e la Trasformazione Digitale, la Regione Lazio ha ratificato l’impegno concreto per la transizione del sistema regionale a un equilibrio con la capacità degli ecosistemi di offrire servizi e risorse rinnovabili, attraverso azioni e investimenti improntati ai principi dell’efficienza energetica e dell’economia circolare, della tutela della biodiversità, delle risorse naturali e della qualità ambientale e del rispetto e applicazione trasversale del principio di sviluppo sostenibile, di cui l’Assessorato alla Transizione Ecologica è garante, a tutte le aree di intervento della programmazione e attività politica regionale.

Al fine di rendere concreto e operativo tale impegno, la Regione sta avviando l’elaborazione di un Piano con l’obiettivo di stimolare la Transizione ecologica attraverso un uso delle risorse economiche coerente con le competenze e con i bisogni presenti sul territorio (PTE – Piano per la Transizione Ecologica).

Il coinvolgimento di tutti gli attori pubblici e privati territoriali interessati, attraverso la partecipazione alla presente consultazione pubblica, costituisce elemento essenziale per l’elaborazione del PTE allo scopo di identificare priorità di intervento e proposte progettuali attinenti alle tematiche della Transizione ecologica, seguendo un processo di ascolto che intende valorizzare le istanze provenienti dai territori e poter concretizzare, in una fase successiva, la raccolta di progetti da sostenere attraverso le risorse della programmazione unitaria regionale per il periodo 2021-27.

 

SCADENZA PER LA COMPILAZIONE DEL FORMAT 17 GENNAIO 2022

Vai alla compilazione del FORMAT di partecipazione

 

DESTINATARI

Tutti gli attori pubblici e privati territoriali interessati

 

TIPOLOGIE / AMBITI DEI PROGETTI

Comunità energetiche: Supporto alla creazione di comunità energetiche, anche attraverso servizi di consulenza tecnica e legale
Agrivoltaico: Sviluppo, implementazione, gestione di impianti fotovoltaici con soluzioni progettuali innovative (strumenti di agricoltura digitale e di precisione), in continuità delle attività di coltivazione agricola e pastorale
Idrogeno: sviluppo delle filiere locali per la produzione, trasporto e uso di idrogeno verde, produzione di idrogeno in aree industriali dismesse, progetti per l’utilizzo di idrogeno in settori hard-to-abate
Smart-grid, mobilità elettrica e accumuli: sviluppo di sistemi finalizzati ad aumentare il grado di affidabilità, sicurezza e flessibilità del sistema energetico regionale e micro-grid locali attraverso soluzioni progettuali innovative, anche in supporto al funzionamento delle comunità energetiche
Gestione della risorsa idrica: sviluppo di sistemi innovativi per ottimizzare l’irrigazione delle colture, il trattamento e il riuso della risorsa idrica nei processi industriali, la digitalizzazione e il controllo delle reti di distribuzione, contrasto alla salinizzazione dei pozzi nelle aree interessate
Economia circolare: sistemi per la gestione efficiente e sostenibile dei rifiuti, recupero delle materie prime critiche, industrializzazione di tecnologie avanzate di riciclo meccanico e chimico delle plastiche, trattamento degli scarti nei settori ad alta intensità di risorse: edilizia, elettronica, agroalimentare. Realizzazione di modelli per la quantificazione e misurazione degli impatti ambientali, economici e sociali
dei prodotti e dei processi.
Patrimonio naturale/ biodiversità: protezione e ripristino degli ecosistemi naturali, silvicoltura, imboschimento e rimboschimento. Promozione e sviluppo di attività turistiche sostenibili basate sulla valorizzazione del patrimonio naturale della Regione accessibile attraverso modi di mobilità sostenibile valorizzare le attività produttive presenti sul territorio.
Cura del territorio (aree dismesse e aree a rischio): progetti per il recupero, rifunzionalizzazione e valorizzazione di aree dismesse, aree dismesse urbane o urbanizzate con problemi di inquinamento ai sensi delle norme in materia di bonifiche, design e progettazione di soluzioni per il contrasto al dissesto irdogeologico nel contesto dei cambiamenti climatici.