La Regione Lazio concede contributi a fondo perduto sui costi sostenuti dagli Organismi di Ricerca e Diffusione della Conoscenza (OdR) per la realizzazione di Progetti RSI di potenziale interesse delle imprese del Lazio. Prt l’iniziativa sono stanziati 20 milioni di euro a valere sul POR FESR Lazio 2014 – 2020 (Azione 1.2.1).

Progetti ammissibili

I Progetti devono ricadere in una delle aree di specializzazione (AdS) della Smart Specialisation Strategy Regionale (S3): Aerospazio, Scienze della vita, Beni culturali e tecnologie della cultura, Agrifood, Industrie creative digitali, Green Economy e Sicurezza.

Tutti i Progetti devono:

essere realizzati da un gruppo di ricerca (Destinatari) composto da almeno 4 persone fisiche appartenenti ad almeno 2 diversi OdR. Tali persone fisiche possono partecipare ad un unico gruppo di ricerca e quindi ad un unico Progetto finanziato;
individuare una persona fisica nell’ambito del gruppo di ricerca quale coordinatore tecnico scientifico del Progetto che, alla data della richiesta: (i) sia Dipendente dell’OdR beneficiario, (ii) abbia esperienza di ricerca scientifica da almeno 5 anni e (iii) sia o sia stato coordinatore di almeno 2 Progetti RSI che abbiano ricevuto un finanziamento tramite una procedura competitiva da parte di una organizzazione diversa dall’OdR di appartenenza (l’esperienza richiesta è pari ad almeno 10 anni se è o è stato coordinatore di un solo Progetto RSI finanziato tramite tali procedure competitive);
presentare Costi Ammissibili (inclusi i costi riconosciuti a forfait) pari ad almeno 50.000 Euro. Il contributo massimo concedibile per un singolo Progetto RSI è di 150.000 Euro;
essere realizzati entro 24 mesi dalla data di concessione del contributo e pagati e rendicontati entro 26 mesi da tale data;
essere di potenziale interesse delle Imprese del Lazio a partecipare al successivo completamento dello sviluppo della ricerca o innovazione e quindi: (i) individuare preventivamente il target delle imprese interessabili, (ii) prevedere il completamento di un livello di maturità tecnologica coerente con tale interesse e (iii) realizzare un’attività di diffusione e dimostrazione dei risultati raggiunti tale da mobilitarne l’interesse.

Beneficiari

Organismi di Ricerca e Diffusione della Conoscenza (OdR) con sede nel Lazio, in forma aggregata (ATS o accordi di cooperazione) o in forma singola, solo se associano al gruppo di ricerca almeno un ricercatore appartenente ad un diverso OdR.

Spese ammissibili e contributo

Sono ammissibili tutte le spese direttamente connesse al Progetto RSI, inclusi gli ammortamenti di beni strumentali per il periodo e la quota di utilizzo per il Progetto.

I costi ammissibili per il personale devono essere almeno il 70% del totale, ma quelli per personale già in forza alla data della Domanda non devono superare il 15% del costo totale. Si applicano i Costi Standard Unitari per gli inquadramenti contrattuali previsti.

Sono ammessi costi indiretti, inclusi quelli generali e amministrativi, nella misura forfettaria del 5% degli altri costi.

I costi relativi alla diffusione e alla dimostrazione dei risultati del Progetto, inclusi quelli relativi all’individuazione delle Imprese interessate alla successiva valorizzazione di tali risultati, non possono superare il 10% del totale (personale escluso).

Il contributo è pari al 100% dei Costi ammissibili con un massimo di 150.000 Euro.

Il contributo è erogato:

per il 40% a titolo di anticipazione garantita, per i soggetti diversi dagli enti pubblici, da fidejussione;
per almeno il 30% a titolo di SAL, da presentare obbligatoriamente entro i 12 mesi dalla data di concessione;
per almeno il 20% a titolo di saldo, da presentare almeno entro i 26 mesi dalla data di concessione.

Presentazione e selezione delle richieste

Le richieste di contributo devono essere presentate esclusivamente tramite GeCoWEB fino alle ore 18:00 del 29 ottobre 2020, previa finalizzazione del Formulario dalle ore 12:00 del 30 settembre 2020 e fino alle ore 12:00 del 29 ottobre 2020.

La selezione delle richieste avviene con procedura a graduatoria, con le modalità stabilite dall’art. 13 della L.R. 13/2008 e dalla DGR n. 187 del 16 aprile 2020, sulla base dei seguenti criteri di valutazione approvati dal Comitato di Sorveglianza del POR FESR.

A

Coerenza programmatica

  1. Ambito di operatività del Progetto nelle filiere individuate dalla Smart Specialization Strategy (S3) regionale
  1. Coerenza con gli obiettivi dei programmi nazionali ed europei per la ricerca e l’innovazione (per es.: Orizzonte 2020, COSME)

B

Qualità tecnica e scientifica del Progetto e del partenariato

  1. Chiarezza nella descrizione e definizione degli obiettivi
  1. Qualità della metodologia di implementazione del Progetto
  1. Capacità ed esperienza dei Beneficiari e dei partecipanti al gruppo di lavoro di intercettare le direttrici di cambiamento della S3

C

Validità del Progetto

  1. Congruità dei costi previsti per la realizzazione del Progetto
  1. Capacità di agire per un’efficace interazione tra ricerca e tessuto economico
  1. Eccellenza scientifica in termini di ricadute nei settori della S3 (capacità di innovazione del triangolo della conoscenza “Education, Research, Innovation”)

 

Informazioni
NUMERO VERDE 800.989.796

info@lazioinnova.it; infobandi@lazioinnova.it

Scheda bando Gruppi di Ricerca 2020

FAQ